VIVERE LA BARCA A VELA CON FABIO

Gaia è una barca a vela …

Gaia e il suo comandante offrono ai loro ospiti la possibilità di scoprire l’antica arte della navigazione a vela, di trascorrere un periodo di vacanza a stretto contatto del mare, di ammirare il sole che sorge o che tramonta all’orizzonte, trascorrendo le giornate seguendo spesso i tempi dettati del vento, finanche a ritardare l’ora del pranzo o della cena o a condizionare la rotta di Gaia, perché il vento, questo bel venticello fresco, teso e divertente, c’è adesso e tra un’oretta magari è già calato del tutto … Non chiedete a Gaia di seguire un itinerario prestabilito, perché Gaia è una barca a vela che naviga in funzione delle condizioni meteorologiche, dello stato del mare e della forza del vento, non è un taxi e per quanto comoda, accessoriata e spaziosa, tanto meno una nave da crociera. La vostra richiesta non avrebbe senso…
Gaia non ama i luoghi affollati, i porti, le spiagge, la musica ad alto volume e il rumore … Gaia è una barca a vela, predilige il soffio del vento tra le vele spiegate e lo sciabordio delle onde sotto la prua, ma che nel periodo estivo fa buon viso a cattivo giuoco e condivide di buon grado l’immensità del mare con tante altre sue simili….

vivere la barca a vela

Nelle Bocche di Bonifacio, sullo sfondo S.Teresa di Gallura

Qualora provaste il desiderio di raggiungere la terraferma ogni qualvolta si profila in lontananza una striscia di sabbia, Gaia e il suo comandante vi invitano a riflettere sulla decisione di trascorrere un periodo di soggiorno e di vacanza su una barca a vela o quanto meno di noleggiarne un’altra di imbarcazione, un’ imbarcazione accessoriata con un comodo tender perché, per una precisa scelta, Gaia è provvista solo di un piccolissimo tender, in grado di ospitare al massimo 2 persone e quindi non adatto a fare la spola avanti e indietro con la spiaggia. Il suo comandante, per ragioni di sicurezza, preferisce avere la coperta di Gaia libera da qualsiasi cosa possa ostacolare la visuale, in modo da navigare con la massima tranquillità possibile.

Questo però non vuol dire che saremo prigionieri a bordo … è solo che, quando decideremo di sgranchire un pò le gambe e fare due passi a terra per gustare una buona frittura, bere un bianco ben freddo o una birra ghiacciata, lo faremo comodamente … prenotando cioè un ormeggio in porto dove potremo anche rifornire la cambusa e i serbatoi di Gaia, esagerare con la doccia, utilizzare il phon o la piastra per i capelli e magari anche andare a ballare dopo cena! Tenete poi presente che in molte zone è anche disponibile il servizio di taxi-boat per raggiungere il paese.

Vivere la barca a vela

Sosta in rada a Chiaia di Luna, Ponza

E comunque sempre tranquilli e rilassati!! … a bordo di Gaia, oltre a destreggiarvi tra manovre, drizze, scotte e nodi marinareschi, potrete sicuramente riposarvi, fare tuffi e bagni a ripetizione fino allo sfinimento totale, abbronzarvi al sole, leggere un libro, ascoltare buona musica ( portate la vostra che Fabio ha pessimi gusti … ma anche delle cuffiette, perché i vostri non è che siano tanto meglio 😂😂😂 ).
Sono sicuro che viaggerete “leggeri” con solo un borsone morbido (TASSATIVAMENTE MORBIDO) e uno zainetto ciascuno, questi saranno più che sufficienti a contenere tutto quello che potrà esservi veramente utile durante il vostro soggiorno su Gaia, costumi, t-shirt, pantaloncini, una felpa, un sacco lenzuolo ecc. ecc. Gaia è comoda ma è pur sempre una barca a vela, gli spazi a disposizione sono quelli che sono, non c’è posto in cabina per riporre una borsa rigida e non è possibile impegnare gli spazi comuni con il vostro bagaglio … questa raccomandazione è veramente importante, a bordo non c’è la possibilità di stivare tutte le cose che state pensando di portare, quindi preparate il vostro borsone con la cura di evitare il superfluo. Scarpe, sandali e hawaianas non sono calzabili a bordo ( tacco 12 invece è molto gradito 😅 ), prima di salire avremo quindi l’accortezza di riporre tutto in comode sacche appositamente predisposte da stivare poi nei gavoni di poppa fino alla prossima discesa a terra …. A bordo, tranne durante le manovre a vela e in porto, si vive scalzi dalla mattina alla sera … e non potete immaginare quanto questo sia bello !!….

Mare e Vento cime ColorateDurante il vostro soggiorno su Gaia apprenderete le basi della navigazione a vela, imparerete a manovrare le vele e vi districherete tra nodi e cime misteriosamente ingarbugliate … 😁😁

 

 

 

Gli chef e gli aspiranti tali sono più che graditi anzi direi indispensabili in barca a vela, la cucina di bordo propone piatti di altissimo livello … insalatone miste arricchite con tutto il commestibile a portata di mano, poi formaggi, affettati, uova, frutta e verdura di stagione, pasta, ricche colazioni ma soprattutto infiniti aperitivi al tramonto richiedono abilità e molta fantasia 😁😁 … scherzi a parte ammiro la vostra disponibilità nel cimentarvi ai fornelli ma gli spazi sottocoperta, il caldo estivo, le dimensioni ridotte della cucina, del frigorifero e la mancanza del forno impongono di prediligere una cucina semplice e fresca … ma sempre abbondante! carne e pesce si consumano durante le soste a terra, cucinarli a bordo lascerebbe la barca e la tappezzeria interna impregnata di odori difficili poi da eliminare.
Considerando le caratteristiche proprie della navigazione a vela, l’instabilità e le oscillazioni cui una barca è sottoposta durante la stessa, e quindi esclusivamente per ragioni di sicurezza, la vacanza in barca a vela non è consigliata a coloro che hanno poca acquaticità, scarsa pratica del nuoto, difficoltà di deambulazione e ai bambini piccoli, ( costoro molto spesso non hanno consapevolezza di eventuali rischi o delle conseguenze delle loro azioni ). Per ragioni igieniche non è consentito portare animali a bordo, anche se di piccola taglia.

Di seguito alcune raccomandazioni di ordine pratico …
Nel momento in cui lascieremo l’ormeggio del porto dovremo immaginare la barca a vela come un piccolo ecosistema, con i suoi equilibri e i suoi inevitabili piccoli compromessi ( da accettare in cambio di momenti unici, divertenti ed emozionanti ), dove alcune risorse sono disponibili in quantità limitata come l’acqua dolce, l’elettricità e, come accennato all’inizio, lo spazio a bordo.
Qualunque sia la capacità dei serbatoi di acqua dolce vi garantisco che, continuando a ragionare come fossimo a casa, l’acqua finirebbe in brevissimo tempo, cosa che ci costringerebbe a rientrare in porto al più presto per fare rifornimento, ritardando o stravolgendo del tutto il programma della giornata, perchè nel periodo di alta stagione questo non sarà affatto semplice. Quindi non lasciamo i rubinetti aperti inutilmente! Su Gaia abbiamo la possibilità di utilizzare l’acqua di mare per il lavaggio delle stoviglie direttamente dal rubinetto della cucina e riservare l’acqua dolce solo per il risciacquo finale, garantendo cosi un sensibile risparmio di quest’ultima.

Parlando di elettricità possiamo fare più o meno lo stesso discorso. La tensione di bordo è 12 volts, la stessa dell’automobile per capirci, quindi possiamo ricaricare senza problemi i nostri dispositivi elettronici ( smartphone, fotocamera, tablet ecc ) procurandoci però la spina dell’accendisigari della macchina. La quantità di corrente disponibile non è comunque illimitata, dipende dalla capacità delle batterie che alimentano anche tutti gli impianti di bordo ( frigorifero, strumentazione elettronica, autoclavi e pompe varie, illuminazione, stereo ecc ) e quindi, anche in presenza di sistemi di ricarica ( pannelli fotovoltaici, generatore eolico ecc ), dovremmo evitare di lasciare le luci interne delle cabine accese inutilmente e, più in generale, di sprecare la preziosa corrente elettrica!

vivere la barca a vela

una sosta in porto

Durante la vacanza, per quanto possibile, cercheremo di mantenere comportamenti ECO-COMPATIBILI, dando il nostro piccolo contributo in favore della salvezza del pianeta. Produrremo corrente GREEN grazie ai pannelli fotovoltaici e al generatore eolico e prediligeremo, ogni volta che sarà possibile, la navigazione a vela rispetto a quella a motore riducendo le emissioni nocive, utilizzeremo stoviglie lavabili in luogo di quelle di plastica usa e getta e saponi vegetali o quantomeno biologici, senza addiviti, tensioattivi e biodegradabili al 100%, sia per le stoviglie ( che troverete a bordo ) che per la cura della persona. A bordo separeremo i rifiuti, raccogliendo in modo differenziato plastica, vetro, carta e metalli da ciò che non è riutilizzabile.

… e alcuni consigli per godere fino in fondo di questa bellissima esperienza;
– lasciamo a casa le abitudini che scandiscono la nostra giornata nella vita a terra, dimenticando orari e appuntamenti
– svegliamoci la mattina senza pretendere un programma della giornata definito nei minimi dettagli e, respirando a fondo, ammiriamo la bellezza del luogo che ci circonda.
Questa è la ricetta di Gaia, una ricetta che va osservata scrupolosamente e che garantisce ai suoi ospiti, un periodo di vacanza rilassante e divertente, un soggiorno pieno di intimi momenti e di ricordi da riportare a casa, quelli che al rientro non appesantiscono il borsone ( tassativamente morbido mi raccomando … 😁😁 )

Vi aspettiamo, Gaia e Fabio

Pin It on Pinterest

Share This